Corsa di Miguel. Un percorso nelle Marche

20 Novembre 2020

Con Cus Camerino la Piampalente-Palentuccio. È uno dei 100 percorsi inseriti nell'appuntamento irrinunciabile col cuore nella Capitale.

 

Dalle Marche: il percorso Piampalente-Palentuccio, con partenza e arrivo dal CUS Camerino, è nei 100 percorsi ufficiali per la virtual run valida come qualificazione alla Corsa di Miguel 2021.

Il Covid non ferma sport e solidarietà. Anche per il 2021 è in programma ''La Corsa di Miguel'', appuntamento fisso da anni per gli appassionati dell'atletica leggera. Nel corso degli anni e con sempre maggior rilievo, la corsa, oltre ai suoi contenuti agonistici, è divenuta simbolo di promozione dei valori contro il razzismo e della lotta alle sopraffazioni sociali e politiche avvenute non solo in Argentina, ma più in generale in tutto il mondo. Purtroppo, considerata la situazione attuale in Italia e in tutto il mondo quest’anno la Corsa di Miguel non si potrà svolgere con le stesse modalità degli scorsi anni e soprattutto con lo stesso numero di partecipanti, ma nonostante questo gli organizzatori hanno deciso di non fermarsi.

ROMA ATTENDE IL GRANDE EVENTO! - La Corsa di Miguel 2021 è in programma il 31 gennaio 2021 a Roma, ma con un numero limitato di partecipanti.


La modifica introdotta quest'anno è che, per prendere parte alla gara in presenza, è necessario prima iscriversi a una gara virtuale che si svolgerà in tutta Italia su percorsi stabiliti, tra cui la tratta Piampalente-Palentuccio con partenza e arrivo dagli impianti sportivi universitari di Camerino nel periodo dal 10 al 20 gennaio 2021, e poi da questi si potrà accedere alla finale del 31 gennaio 2021 a Roma.

DA CAMERINO PER LA FINALE - Questo percorso, nella sede dell’Università di Camerino, dimostra ancora una volta l’attenzione di questo antico Ateneo ad essere un riferimento primario dello sport per l’Italia centrale. La corsa virtuale di qualificazione si correrà tramite la piattaforma GPS Formula, per poi stilare una classifica generale che vedrà i 100 miglior tempi andare di diritto alla finale, insieme ai primi 2 classificati per ogni percorso, e una classifica per società (200 partecipazioni in palio) e successivamente a una estrazione (1000 in palio per la prova competitiva e 200 per la non competitiva) che porterà a un massimo di 1500 presenti (numero variabile sempre a seconda delle disposizioni vigenti) con partenze ovviamente scaglionate.

L’ISCRIZIONE - La Corsa di Miguel 2021 virtuale è gratuita per tutti i medici, gli infermieri, gli operatori socio sanitari e quelli del 118, che potranno iscriversi mandando una mail a iscrizioni@lacorsadimiguel.it con: nome, cognome, indirizzo di spedizione, taglia della maglietta, un tesserino di appartenenza al settore medico, ricevuta di pagamento con paypal.

(da comunicato dell’Ufficio Stampa del C.U.S.


Camerino)

LA STORIA – Nasce il 9 gennaio del 2000 La Corsa di Miguel, data non causale perché nello stesso giorno e mese del 1978: Miguel Sanchez, podista e poeta argentino, venne rapito da un commando paramilitare, diventando uno dei quasi 30.000 desaparecidos vittime della dittatura. Nata da un’idea del giornalista della Gazzetta dello Sport Valerio Piccioni e organizzata dal Club Atletico Centrale in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sportive del Comune di Roma. Dal 2015 gli organizzatori hanno scelto come nuovo ed esclusivo traguardo dell’intera manifestazione il tartan dello Stadio Olimpico, divenuto uno dei tratti distintivi della corsa assieme alla caratteristica cornice dello Stadio dei Marmi Pietro Mennea, scelto come location per l’accoglienza dei runners prima e dopo la gara. Tanti i volti dello sport italiano che nelle ultime edizioni hanno preso parte alla Corsa!

LA FILOSOFIA - Da sempre La Corsa di Miguel ha un occhio di riguardo verso le tematiche sociali e di solidarietà. Oltre agli storici legami con l’Associazione Libera Contro Tutte Le Mafie, con la quale La Corsa di Miguel dal 2013 porta avanti una serie di iniziative legate ad esempio al mondo della scuola e degli studenti romani, e con il Progetto Filippide, ormai parte integrante de La Corsa di Miguel; la quale ha sposato la causa dell’ONG Emergenza Sorrisi, che negli ultimi cinque anni ha operato più di 1.900 bambini affetti da malformazioni al volto, coinvolgendo circa 200 medici e infermieri volontari in 20 diversi paesi del mondo. Un altro nuovo legame è nato con l‘Associazione SOD Italia, impegnata nella lotta contro la Displasia Setto Ottica e l’Ipoplasia del Nervo Ottico, che dal 2007 cerca di dare sollievo alle persone affette da queste patologie.

L’ALBO D’ORO - La prima edizione del 2000 vide la vittoria nella gara maschile di Josep Saturlino, che riceve la coppa direttamente dalle mani di Elvira Sanchez, sorella di Miguel e ospite d’onore della corsa, mentre tra le donne trionfa l’azzurra Simona Perilli.

Il 2020 i vincitori sono stati Luca Parisi dell’ACSI Campidoglio Palatino e Sara Brogiato del C.S. Aeronautica Militare

Moreno Saddi



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate